Top

Con l’arrivo della primavera i parchi e le zone attorno ai templi diventano i punti nevralgici della città. Picnic all’aperto, musiche, spettacoli e sopratutto, tanto tanto cibo.

Non solo Obento preparati a casa da mamme o fidanzate innamorate, ma anche quel delizioso cibo di strada che si può trovare nelle bancarelle attorno ai templi. Dopo aver salutato l’inverno, e come se in Giappone iniziasse la stagione dei Matsuri (Festival Giapponesi) che ci accompagneranno fino alla fine dell’estate.

Enormi lecca lecca fatti du zucchero e frutta, banane immerse nel cioccolato e cosparse di caramella colorate, yakisoba saltati davanti ai vostri occhi, spiedini di pollo e pesce abbrustoliti al punto giusto e… la lista e davvero lunga.

C’è però uno street food in particolare che non può mai mancare (e attorno al quale la folla di gente, vedendolo preparare, se ne esce sempre con un sonoro “woow”).  Sto parlando dell’Okonomiyaki.

Okonomiyaki: un piacere per gli occhi e per il palato

Okonomiyaki

Per chi non lo sapesse, l’Okonomiyaki è una sorta di pancake salato con una base di farina, acqua e cavolo sminuzzato. Il termine “Okonomi” significa letteralmente “come ti piace” e sta ad indicare la possibilità di insaporirlo a nostro piacimento e a seconda dei nostri gusti.

Luogo di origine: Osaka, la città dello street food!

Potete trovare Okonomiyaki ai frutti di bare, ricoperti da bacon fritto, uova, soba… anche qui, viva la fantasia! Elemento in comune di tutte le sue varianti: la salsa Okonomiyaki e la maionese! Senza dubbio il sapore finale dell’okonomiyaki, quello che ci spinge a volerne mangiare subito un altro boccone, risiede in questa salsa agrodolce accostata alla maionese. Che sia chiaro, l’okonomiyaki non è un pasto adatto alle persone a dieta, ma un peccato di gola a cui difficilemnte si riesce a dire di no!

Prepararlo a casa e davvero semplice, ma gli ingredienti richiesti richiedono un pò di ricerca, in particolare per la preparazione della base. La ricetta prevede infatti che alla farina venga aggiunto Nagaimo e brodo Dashi insieme agli altri ingredienti. Ecco di cosa si tratta e come sostituirli:

  • Nagaimo 長芋: si tratta di un tubero che prende anche il nome di patata cinese. Una volta grattugiato ed aggiunto all’impasto renderà il vostro Okonomiyaki soffice e morbido. Sostituto: patata grattugiata.
  • Dashi: ne abbiamo già parlato in abbondanza su cosa sia il dashi in diversi articoli. Questo ingrediente permetterà al vostro Okonomiyaki di avere quel sapore Umami in più tanto apprezzato dai Giapponesi. Può essere sostituito con del brodo vegetale o potete ometterlo.

(Se volete semplificare il tutto, su Amazon è possibile comprare direttamente la farina apposita per Okonomiyaki a cui basterà aggiungere solo acqua e cavolo)

Detto questo, è ora di cucinare! La versione che abbiamo scelto di preparare prevedere i frutti di mare, ma potete tranquillamente sostituirli con quello che più preferite (bacon, pollo, uova…)

Ingredienti

  • 100 gr tazza di farina
  • zucchero e sale
  • mezza patata di medie dimensioni grattugiata
  • 1/2 tazza di Dashi (o brodo vegetale)
  • 1/2 testa di cavolo
  • 2 uova
  • Ginger Rosso (facoltativo)
  • Okonomiyaki Sauce
  • Maionese
  • Aonori (facoltativo ma consigliato)
  • 1 Tazza frutti di mare

In una ciotola, unite farina, un pizzico di sale + zucchero e backing powder. Mischiate il tutto.

Tagliate la patata e grattugiatela (fate in modo che non rimangano pezzetti). Unite la patata grattugiata alla farina, copriteli con della carta trasparente e lasciate riposare in frigo per un ora.

Colori del Cavolo!

Nel frattempo tagliate il vostro cavolo a pezzettini.

Tirate fuori il vostro impasto e unite l’uovo, lo zenzero rosso, frutti di mare e le uova. Unite il cavolo e mischiate il tutto. Se vi sembra che ci sia troppo cavolo, siete sulla strada giusta. Il risultato finale infatti non è un impasto liquido in quanto la % di cavolo deve essere maggiore rispetto alla % di farina + acqua.

Mix tutti gli ingredienti!

Oliate una padella e inserite parte del vostro impasto (scegliete la grandezza che più preferite).

Cuocete circa 5 minuti da un lato. (Se avete scelto la pancetta come condimento, questo è il momento di aggiungerla sul lato non ancora cotto). Girate il vostro Okonomiyaki e cuocete i restanti 5 minuti con il coperchio.

Una volta passato il tempo, schiacciatelo leggermente in superficie e sui suoi lati così da dargli una forma più regolare e cuocetelo nuovamente per 2 minuti sull’altro lato.

Cottura

Conditelo con le vostre salse e voilà, il vostro Okonomiyaki è pronto!

Curiosità e Dove Acquistare

  • Questo street food è un pò la bandiera delle diverse zone del paese in quanto si differenza da nord a sud nelle varie prefetture. Il più famoso? Senza dubbio l’Hiroshimayaki dove tutti gli ingredienti non sono mischiati tra di loro ma cotti separatamente e poi pressati l’uno sull’altro fino a formare un unico pancake.
  • Come anticipato nell’articolo, esistono farine apposite per l’Okonomiyaki facilmente acquistabili Online. Eccone un esempio -> Farina Okonomiyaki!
  • Non è solo uno street food. Esistono ristoranti in cui, seduti attorno ad una piastra calda, potrete cucinare da soli il vostro Okonomiyaki.
  • La ricetta originale prevede che l’Okonomiyaki sia cosparso prima dalle sua salsa, poi dall’alga Aonori ed infine Katsuobushi.
  • E’ anche un’ottima idea come obento goloso da portarsi a lavoro o ad un picnic!

post a comment