Top

Penso che mangiare sano sia la base essenziale della cucina giapponese.

E’ più leggera di altre cucine in quanto povera di grassi e ho notato che, se non alcune eccezioni specialmente nei dolci, tende ad evitare completamente l’utilizzo di derivati del latte.

Che sia chiaro, non è una cucina vegetariana, ma dà sempre un ruolo di grande importanza alle verdure (di stagione si intende) che donano al pasto un suo equilibrio.

Anche le porzioni giocano un loro ruolo. Non è vero che in Giappone non si mangia fritto o non si usano codimenti. Semplicemente le porzioni sono sempre più piccole rispetto alle nostre italiane, e ciò permette alle persone di rimanere in forma mangiando comunque un pò di tutto.

Insomma vuole essere una cucina che fà stare bene.

Essenziali da Avere Sempre nella Nostra Credenza

Se quindi vogliamo iniziare ad approcciarci a questa cucina, è importante iniziare dalle basi, procedendo all’acquisto di quegli ingredienti che sono alla base di qualunque preparazione.

(Premetto che tutte queste informazioni provengono da: la mia idol delle ricette Harumi Kurihara, parole di Yo, parole della mamma di Yo, viaggio incentrato sul cibo fatto a Tsuruoka)

Riso Giapponese

Schermata 2018-10-05 alle 15.37.26.png

riso

Abbiamo già parlato delle diverse varietà di riso ma permettetemi di ripetere: il riso è l’ingrediente centrale di qualsiasi pasto, è il nostro pane italiano che non può mai mancare sul tavolo!

Il suo sapore cambia da dove cresce, dalla varietà e dove viene raccolto.

NIHON NO GOHAN! Come Cucinare Il Riso Giapponese

Rispetto al nostro italiano presenta chicchi più piccoli e molto appicciscosi perfetti quindi da mangiare con le bacchette o per fare Onighiri.

Salsa di Soia

soy-sauce-and-chopsticks-1296x728.jpg

Salsa di soia

Non merita spiegazioni, tutti la conosciamo e tutti la adoriamo.

E’ peggio che il nostro olio di oliva, qua si consuma tutti i giorni (in piccole quantità) e non si può mai rimanere senza!

Katsuobushi

Non fatevi ingrannare dal nome. Questo ingrediente l’avete consumato tantissime volte senza saperlo e vi è pure piaciuto!

IMG_9656.jpg

Katsuobushi

Si tratta di sottili pezzi di tonnetto essicato ed è importante tanto quanto il riso nella cucina giapponese.

E’ infatti la base, insieme all’alga Kombu, di un importante condimento, il dashi, usato in diverse ricette tra cui la zuppa di miso, ma non solo. Viene usato per dare sapore ai piatti semplicemente mettendolo come ultimo su di un piatto finito.

Lo avrete sicuramente visto mangiando i deliziosi  Takoyaki. Io personalmente lo adoro semplicemente su un cubo di tofu con un pò di salsa di soia!

Semi di sesame

Schermata 2018-10-05 alle 15.53.26.png

Sesame

In ogni supermarket in cui andrete, troverete una piccola sezione dedicata alle varietà di semi di sesamo. E’ un gusto strettamente legato alla cucina giapponese ed ogni ricetta richiede la sua consistenza e colore. Potete acquistarlo bianco, nero, semi interni o semi tritati, salsa di sesame o pasta di sesame.

Miso

Miso-Paste-12.jpg

Miso

Anche qui, il supermerkato è vostro amico.

Si tratta di un ingrediente ricavato da soia fermentata utilizzato in diveri modi: nelle zuppe, nelle salse o usato erp marinare. E’ la base dalla famosa “Miso Soup”

Ne esistono di diverse varietà ognuna col il suo sapore e caratteristica. Scegliete quello che più vi  intriga con il suo profumo!

Aceto di Riso

Sono italiana e per me l’aceto più buono del mondo è quello balsamico! Ma per queste ricette, avrete davvero bisogno dell’aceto di riso: il suo sapore leggero è ideale come dressing o per fare gli tsukemono (verdure sotto aceto)

Tofu

tofu1-650x433.jpg

Tofu

Ho già manifestato la mia ossesione in questo articolo > Tofu Obsession

Ormai lo mangiamo ogni giorno e non riesco a capacitarmi come ho fatto prima senza di lui! E’ senza dubbio l’ingrediente più versatile che può salcarvi nelle occasioni in cui non avete proprio idea di cosa fare!

I sapori del Giappone: Tofu

Ricordatevi sempre di asciugarlo lasciondolo riposare in un panno di carta prima si cucinarlo e di servirlo (se la ricetta richiede che si aben asciutto lasciatelo anche nella carta per 1 ora).

Fecola di Patate

katakuriko.jpg

In Giapponese prende il nome di Katakuriko. Le sue proprietà le conosciamo tutti benissimo e da paese a paese non cambiano. Rispetto all’Italia ho trovato però un suo frequente utilizzo come ingredente capace di dare quella piacevole “croccantezza” ai piatti fritti.

Quindi, se vi siete decisi a voler cucinare sempre di più con uno stile tutto alla giapponese, vi consiglio di iniziare mettendo nella vostra disspensa questi ingredienti!

Ma attenzione, prima di addentrarvi nelle ricette vi conviene avere qualche conoscienza in più Giappone in Cucina: Regola del Sa – Se – Shi – So – SU

Itadakimasu!!

Ele&Yo