Maggio 28, 2020

Nintai – 忍耐, La perseveranza Giapponese

Oggi ho riletto la pagina di un diario, scritta più di un anno fà, quando ancora abitavamo nel nostro striminzito appartamento di Tokyo, nella zona di Nakano (ancora mi chiedo come siamo riusciti a sopravvivere).

A quei tempi stare in casa non era un’opzione. Troppo piccola, angusta e con poca luce. Quasi claustrofobica.

Come alternativa, amavo passare le giornate nella biblioteca della scuola, a passeggio per la città o in un caffè (generalmente uno Starbucks in quanto ero sicura di trovare un attacco per il mio PC + rete Wifi). Prendevo il solito Americano, qualche volta macchiato un pò di latte di soia, e mi concentravo a riempire pagine e pagine di Kanji, scritti e riscritti fino allo sfinimento.

Ma non solo.

Spesso, tiravo fuori dalla borsa penna e quaderno, ed iniziavo a scrivere.

Di cosa? Di tutto!

 

 

Cercavo sempre un posto vicino alla finestra, che desse sulla strada e mi permettesse di osservare le onde di persone che riempivano i marciapiedi,e, con musica nelle orecchie, lasciavo scivolare l’inchiostro dalla penna per ore.

Scrivevo di tutto, dalle discussioni con Yo, descritte sempre come se fosse lui dalla parte del torto (scusami amore), sensazioni del momento, liste di piatti che avrei voluto cucinare, ricette…

E’ così che ho trasformato 2 quadernini da 150 Yen ciascuno di Mujii, in una raccolta di ricordi che mi fanno sorridere ogni volta che li rileggo.

Nintai – 忍耐

Quando dimenticavo il materiale di scuola a casa (difetto che mi porto dietro dalle superiori) quei quaderni diventavano anche appunti.

Deve essere capitato così il 21 novembre 2018 dove sotto la data e qualche cenno su come si costruisce una frase nella grammatica giapponese , ho impresso a caratteri cubitali 忍耐 – Nintai.

Ricordo bene quel giorno perchè da allora, questo Kanji insieme al suo significato, sono un pensiero continuo nei miei momenti di difficoltà, quasi un mantra.

In Giapponese, il significato di Nintai è legato al concetto di perseveranza e resistenza contro le avveristà della vita.

E’ un atteggiamento di quieta pazienza che ci porta a seminare poco per volta ogni giorno, ciò che andremo a raccogliere in futuro.

Era stata un’insegnante a scriverlo grande sulla lavagna. Nel contesto scolastico era infatti riferito alla dedizione quotidiana che avremo dovuto applicare nello studio. Fare un poco ogni giorno, così da poter ottenere ottimi risultati.  Ma questa visione della vita, i Giapponesi, c’è l’hanno ben radicata già nel passato.

Nintai 忍耐 è una parola composta da due Kanji.

忍 = nin =  pazienza, resistenza

耐 = tai = sopportare

In particolare, Nin, è presente anche nella trascizione in kanji della parola Ninja 忍者, immagineconosciuta ormai da tutti,  rappresentatnte il forte e resistente gueriero giapponese.

Perseverare senza ingannare

Ma se da un lato Nintai richiama la resistenza del Ninja, dall’altro ci ricorda che nella vita è importante cercare di portare a termine i propri obbiettivi senza imbrogli.

Ci insegna l’importanza di scegliere un cammino, e crederci ogni giorno fino in fondo, ricordandoci che ci vuole tempo e costanza per raggiungere gli obbiettivi prefissati, e le scorciatoie, non sono ammesse.

 

Vedo tanto “Nintai” nel popolo giapponese. Per carità, anche qui molte persone cercano spesso di trovare scorciatoie (siamo tutti umani), ma la scelta di imboccare una strada nella propria vita, e dedicarsi ogni giorno ad essa per potersi migliorare, è un atteggiamento che accomuna molte persone in questo paese.

Seminare ciò che si coltiverà un giorno.

Devo decisamente imparare ad applicare un pò più di Nintai nella mia vita.

E.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

it

I commenti sono chiusi.